top of page

Newsletter di giugno


Cari amici,

ben ritrovati in questa nuova edizione della mia newsletter.

Grazie per esserci, per raccogliere e condividere le informazioni che cerchiamo di darvi per tenervi sempre aggiornati, anche su temi di attualità che non sempre potete trovare nei media nazionali, con qualche approfondimento su quello che accade in Europa, in Italia e nel mondo.


Iniziamo parlando di un tema molto fresco, ovvero il risultato delle elezioni amministrative, della tornata che si è appena conclusa, una tornata elettorale che è iniziata il 12 giugno con il voto del primo turno insieme con i referendum sulla Giustizia che purtroppo non hanno raggiunto il risultato sperato. Questo ovviamente dipende principalmente dal fatto che ci sia stata una campagna di omertà, fatta soprattutto da parte dei media nazionali, che hanno di fatto spento i riflettori su un tema così importante come quello della Giustizia.


Per quanto riguarda le elezioni amministrative c’'è stato un primo turno che ha visto il centro-destra vincere in città importanti come Genova o come Palermo e c'è stato un secondo turno, invece, che ha visto il centro-destra in evidente difficoltà, difficoltà causate da litigi che non pagano, perché le differenziazioni, il prendere continuamente le distanze all'interno dell'albero della stessa compagine ideologica e politica, porta a questo tipo di situazioni; situazioni come Verona, dove il candidato del centro-sinistra, stando sostanzialmente immobile, è riuscito a strappare una città storicamente di centro-destra e questo ha poi portato i cittadini sostanzialmente a disertare le urne del ballottaggio. L’atteggiamento più finalizzato a prevalere nei confronti dei competitor, piuttosto che a proporre una proposta politica reale e concreta ha fatto evidentemente stare a casa gli elettori. Su questo dobbiamo fare una profonda riflessione; è un appuntamento importante quello che abbiamo appena vissuto, che ci dà il tempo di rimettere in sesto la casa del centro-destra e guardare con fiducia al futuro, in prospettiva delle prossime elezioni politiche che saranno quelle che decideranno chi dovrà governare il nostro Paese negli anni a venire.

I litigi non pagano, così come le gelosie, serve che tutti gli attori del centrodestra lavorino compattamente per governare il nostro Paese, solo così riusciremo a dare stabilità e a dare una prospettiva futura per il governo italiano, questo è il lavoro che ci aspetta. Un lavoro importante, un lavoro che sicuramente darà i propri frutti.


All’interno di questa nuova edizione della newsletter troverete tanti altri approfondimenti che spaziano dalla politica locale alla finanza agevolata, agli ultimi aggiornamenti sui fondi europei, quindi non mi resta altro che augurare a tutti una buona lettura, ricordandovi che ci sono altre possibilità di informazioni su tutti i bandi disponibili anche attraverso il mio canale Telegram AlessandroPanzaOff, ricordandovi che questa newsletter la potete condividere con i vostri amici per far aumentare questa comunità che cresce giorno dopo giorno,

buona lettura a tutti!


Commentaires


bottom of page