Missione a La Palma, Isole Canarie



Nei giorni scorsi mi sono recato in missione in Spagna con il Parlamento Ue, unico italiano nella delegazione della commissione per lo Sviluppo regionale, per una visita alle aree colpite da eruzioni vulcaniche nei pressi di La Palma, nelle isole Canarie, in Spagna.


Due giorni di incontri istituzionali con le autorità locali e di visita sul campo a territori quali Tazacorte, El Paso and los Llanos per prendere visione diretta delle tragiche conseguenze e degli impatti economici sulla popolazione della devastante eruzione durata quasi tre mesi, a fine 2021, con oltre un migliaio di ettari coperti di cenere.




Un’iniziativa di notevole interesse anche per l’Italia, che come la Spagna ospita vulcani, per prevenire situazioni simili ed essere preparati per fronteggiare ogni eventualità, nonché un’occasione importante per comprendere come le autorità del territorio e nazionali hanno affrontato l’emergenza, scambiarsi conoscenze e best practice e studiare come le istituzioni Ue possano aiutare la ripresa delle zone colpite.





Durante la visita al sito dell’ eruzione del vulcano sull’isola de La Palma, ho avuto l’onore di visitare l'osservatorio Galileo, un viaggio verso una delle più grandi schiere di telescopi del mondo, uno strumento di ricerca importantissimo frutto del genio italiano.



L'osservatorio, situato a quasi 2400 metri di altitudine, gode di condizioni eccezionali per la ricerca astronomica ed è dotato di telescopi giganti e ultramoderni. In questo luogo straordinario che offre viste magnifiche ci hanno accompagnati Anselmo Pestana, delegato del Governo della Spagna nella Regione Autonoma delle Isole Canarie, il Prof. Rafael Rebolo López, direttore dell'Istituto di Astrofisica delle Isole Canarie e Juan Carlos Pérez Arencibia, amministratore dell'Istituto di Astrofisica delle Isole Canarie.



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti