top of page

Avviso Unico Cultura 2024 - Contributi regionali a sostegno di soggetti che operano nel campo delle attività e dei beni culturali

Il bando intende perseguire i seguenti obiettivi:

ampliare e diversificare l’offerta culturale con attenzione alla qualità dei contenuti e alla promozione del patrimonio culturale lombardo;
sostenere le manifestazioni culturali che coinvolgano più realtà territoriali e costruiscano valide forme di collaborazione;
promuovere le iniziative culturali radicate sul territorio, che ne valorizzino le peculiarità e che ne favoriscano la riappropriazione o il rinnovamento della propria identità;
supportare i giovani nell’esercizio di attività culturali, con l’obiettivo di rendere la cultura uno strumento di aggregazione e di rivitalizzazione dei territori e delle comunità;
favorire la piena accessibilità e fruibilità dei contenuti da parte di un pubblico vasto ed eterogeneo con particolare attenzione alle fragilità (disabilità motorie, sensoriali e cognitive);
promuovere progetti accessibili da parte delle più ampie fasce della popolazione “portando” la cultura anche in luoghi non convenzionali e/o in aree periferiche in una prospettiva di rigenerazione urbana;
favorire attività culturali di qualità che contribuiscano al benessere psicofisico e ad una maggior coesione sociale delle comunità.

Avviso Unico Cultura 2024 - Contributi regionali a sostegno di soggetti che operano nel campo delle attività e dei beni culturali

Area Geografica:

Regioni

Beneficiari:

Enti pubblici, Associazioni/Consorzi/ Onlus

Scadenza:

23/04/2024

Budget:

L'agevolazione è così strutturata:

Per la Linea 1 - Comuni, Comunità montane, Unioni di comuni, Province, Città Metropolitana e Consorzi tra amministrazioni locali lombardi in partenariato con almeno un soggetto ammissibile di cui al punto b. per progetti con un costo complessivo minimo pari a euro 15.000 con una soglia massima di contributo assegnabile pari a euro 15.000 e comunque non superiore al disavanzo.
Per la Linea 2 – enti, associazioni e fondazioni e altri soggetti di diritto privato senza fine di lucro con un costo complessivo minimo pari a euro 25.000 con una soglia massima di contributo assegnabile pari a euro 25.000 e comunque non superiore al disavanzo (differenza tra uscite e entrate).

bottom of page